University of Notre Dame

Italian Studies

Contact

OVI Video Conference Seminar Series 2017

"Maps, Texts, and Words in Early Italian"

The Italian Studies Program, in partnership with the CNR Institute Opera del Vocabolario Italiano (OVI), will host a second series of seminars focusing on a wide range of topics related to early Italian studies, including: Dante's Commedia, the geographical representation of linguistic data, and the production and circulation of manuscripts in Tuscany in the fourteenth and fifteenth centuries. The confirmed speakers are: Marcello Barbato ("L'Orientale," Napoli), Cristiano Lorenzi Biondi (OVI), Theodore J. Cachey Jr. (University of Notre Dame), Mariafrancesca Giuliani (OVI), Paolo Squillacioti (OVI), and Giulio Vaccaro (OVI).

All video conferences will take place at 10am EST (Notre Dame Information Technology Center, Room 121), and at 16:00 CET (Notre Dame's Rome Global Gateway, Rome).

Thursday, February 9

Cristiano Lorenzi Biondi and Barbara Fanini: "Introduzione al Vocabolario Dantesco: impostazione e primi risultati" (An Introduction to the Vocabolario Dantesco: Methodology and First Results)

Il seminario si propone di illustrare le caratteristiche principali del Vocabolario Dantesco, realizzato in collaborazione dall'Opera del Vocabolario Italiano e dall'Accademia della Crusca, presentandone alcune schede.

Cristiano Lorenzi Biondi è assegnista di ricerca presso l'OVI. Oltre che di filologia e di lirica medievale, si occupa di volgarizzamenti di classici latini e greci e dello studio materiale dei manoscritti ai fini della storia della tradizione dei testi.

The video may be viewed here.

Thursday, February 23

Theodore J. Cachey Jr.: "La Commedia come 'mappamundi' " (The Commedia as "mappamundi")

Se il tropo di definire la Commedia una sorta di mappamondo è un luogo comune, penso tuttavia che sia giusto dire che gli studi danteschi debbano ancora pienamente esplorare le implicazioni della nuova storia della cartografia per come potrebbe far luce su Dante come autore cartografico, e che ci siano significative scoperte ermeneutiche ancora da fare da questo punto di vista.

Theodore J. Cachey Jr. è professore ordinario d'italiano presso l'Università di Notre Dame e dal 2014 è il primo direttore accademico dell'Istituto Rome Globale Gateway di Notre Dame. I suoi àmbiti di ricerca sono la letteratura medievale e rinascimentale italiana, in particolare Dante, Petrarca e Boccaccio, la storia della lingua italiana, e la letteratura e la storia del viaggio.

Part 1 of the video may be viewed here. Part 2 may be viewed here.

Thursday, March 16

Mariafrancesca Giuliani: "Lo spazio delle parole del TLIO" (A Spatial Analysis of TLIO Words)

Si discuterà dello spazio delle parole del TLIO, valutando come, se e in quali forme il vocabolario possa essere il repertorio di riferimento per un archivio lessicale

organizzato in una prospettiva geolinguistica. Si discuterà, inoltre, di interazioni e intersezioni con progetti lessicografici orientati all'esame storico-etimologico del lessico di specifiche varietà locali e regionali.

Mariafrancesca Giuliani è ricercatore presso l'OVI dal 2011. A partire dal 1996 è redattrice di articoli del Lessico Etimologico Italiano; svolge il ruolo di revisore per lo stesso lessico a partire dalla primavera 2015. Oltre che di lessicografia e lessicologia, si interessa di linguistica, sociolinguistica e dialettologia soprattutto in prospettiva diacronica, con riferimento alla testualità volgare e pre-volgare dell'Italia meridionale.

The video may be viewed here.

Thursday, March 23

Marcello Barbato: "Verso un atlante grammaticale della lingua italiana delle origini" (Towards a Grammatical Atlas of Early Italian)

Come rendere usufruibile la base di dati dell'OVI per ricerche di tipo non solo lessicale ma anche storico-grammaticale? Come ottenere un'informazione rapida, mettiamo, sugli esiti di GN latino o sul paradigma del futuro nei volgari antichi? A queste domande cerca di rispondere il progetto di un Atlante grammaticale della lingua italiana delle origini.

Marcello Barbato è professore associato di filologia e linguistica romanza presso l’Università di Napoli “L’Orientale”. I suoi campi di ricerca sono la fonologia e la morfologia diacronica, la lessicografia e l’etimologia, gli antichi volgari italiani, i dialetti meridionali, le relazioni italo-iberiche, la letteratura spagnola medievale.

The video may be viewed here.

Thursday, April 6

Giulio Vaccaro: "La cultura volgare nei conventi fiorentini tra Tre e Quattrocento" (Vernacular Culture in Florentine Convents between the Fourteenth and Fifteenth Centuries)

Tra il 1767 e il 1866, i manoscritti conservati presso i conventi e i monasteri dell'area fiorentina furono trasferiti presso le due principali biblioteche della città: la Magliabechiana e la Laurenziana. La presenza di dettagliati registri d'incamerazione, la conservazione dei materiali in fondi autonomi e l'abbondante documentazione di inventari antichi consente di ricostruire in modo estremamente dettagliato quale fosse la circolazione di manoscritti in volgare nei conventi e nei monasteri.

Giulio Vaccaro dirige il progetto DiVo - Dizionario dei Volgarizzamenti dal 2009. Si occupa di volgarizzamenti di classici latini e mediolatini negli antichi volgari italiani (Albertano da Brescia, Seneca, Vegezio), di studio materiale dei manoscritti ai fini della storia della tradizione dei testi, di storia della lessicografia (con particolare riguardo alle vicende della Crusca nel Novecento) e di autori dialettali romaneschi (Sindici, Tacconi, Zanazzo).

The video may be viewed here.

Thursday, April 27

Paolo Squillacioti: "Variazioni testuali in un manoscritto senese del Tesoro volgare (Laur. Pl. XLII 22)" (Textual Variants of the Tesoro volgare in a Sienese Manuscript (Laur. Pl. XLII 22))

Il ms. Pl. XLII 22 della Biblioteca Medicea Laurenziana di Firenze tramanda un volgarizzamento senese del primo libro del Tresor di Brunetto Latini: una versione a sé stante dell'opera, poco utile perciò per la ricostruzione del testo critico, ma per varie ragioni molto interessante.

Paolo Squillacioti è ricercatore all'OVI dal 2001. Studioso di filologia romanza, e in particolare della letteratura galloromanza medievale (trovatori provenzali, tra i quali spicca Folquet de Marselha, Brunetto Latini e il suo Tresor) e della letteratura italiana medievale (volgarizzamenti toscani del Tresor, influsso delle letteratura cortese sulle opere di Dante e Boccaccio) e contemporanea (Leonardo Sciascia, Giuseppe Tomasi di Lampedusa).

The video may be viewed here.

VIDEOCONFERENCING INFORMATION

We will be using ZOOM (www.zoom.us) to connect. Anyone (in the world) can join the seminars (up to 50 people; participation is on a first come, first served basis). Participants just need a good internet connection, a webcam with a microphone, and speakers. Ipads, tablets, and smart phones can also be used. Please contact Demetrio Yocum (dyocum@nd.edu) to sign up for the seminars and for more details on how to connect via zoom.