University of Notre Dame

Italian Studies

Contact

OVI Video Conference Seminar Series 2016

Mapping Textual Traditions in the Italian Middle Ages

In the spring semester of 2016, the Italian Studies Program, in partnership with the OVI, hosted a series of seminars on the textual traditions of ancient Italy by focusing on specific geographical areas, including Tuscany, Central Italy, Veneto, and Southern Italy. OVI lecturers included Pär Larson, Zeno Verlato, and Marco Maggiore. Lino Leonardi (OVI Director) closed the series with a presentation on methodological approaches to the study of the editorial history of early Italian texts.

Tuesday, February 16

Pär Larson: “Dal manoscritto al GATTO. Le varietà toscane medievali”

Il seminario si propone di mostrare e leggere manoscritti medievali della Toscana in lingua volgare (con immagini digitali), e di segnalare i tratti caratteristici dei testi e loro analisi, con l'aiuto della bibliografia. Si concluderà con una possibile mappa delle varietà linguistiche toscane dei secoli XII-XIV.

HANDOUT:

Please contact Demetrio Yocum.

Wednesday, March 23

Zeno Verlato: “Note linguistiche sui testi settentrionali ante 1400 del Corpus OVI”

Il seminario si propone di evidenziare alcuni tratti significativi per collocare geolinguisticamente testi letterari dell’Italia settentrionale (in particolare veneti) anteriori al XV secolo. 

The video may be viewed here.

Thursday, April 28

Marco Maggiore: “Una parlata periferica e la sua documentazione medievale: il caso del salentino”

Il seminario intende: descrivere le caratteristiche dialettali del salentino rispetto agli altri dialetti dell’Italia meridionale; presentare le tradizioni manoscritte medievali del Salento, con commento dei testi e di riproduzioni dei codici; introdurre alle particolarità grafiche e linguistiche dei testi salentini medievali.

The video may be viewed here.

Wednesday, May 25

Lino Leonardi: “Testo e manoscritto non sono la stessa cosa. Appunti di filologia italiana”

Sempre più spesso anche la filologia italiana si avvicina alla prospettiva ecdotica per cui il testo critico deve avvicinarsi il più possibile alla trascrizione di un singolo manoscritto. È una linea di metodo che può portare a esiti regressivi. Si discuteranno alcuni esempi: poeti siciliani, Fiore, Petrarca.

The video may be viewed here.